Ad Amsterdam con iO Donna dal 7 al 10 luglio

Dal 7 al 10 luglio in viaggio alla scoperta di Amsterdam, delle sue tradizioni più vere, dei reali olandesi e anche della fiera internazionale di vita green Floriade

I bulbi di tulipano, le ceramiche, gli zoccoli olandesi e il formaggio. E poi il museo Van Gogh, le biciclette, i canali navigabili. Questa è l’Olanda, questa è Amsterdam, certo. Ma la capitale simbolo dei Paesi Bassi non è solo la città turistica che tutti conosciamo, è molto di più: è una città cosmopolita piena di fermento, iniziative, idee e laboratori di design. Dove la parola d’ordine è “gezelligheid” che, in olandese, significa “accogliente”.

Insieme a un’insider, a una giornalista di iO Donna, di madre olandese, Michaela K. Bellisario. scoprirete anche l’altra par te della città, quella più tipica. Quella dello street food, delle aringhe af fumicate crude e dei “pilsje”, così come si chiamano gli aperitivi nei bruin cafè che si popolano all’aper to ai primi raggi di sole. Quella dei musei nascosti e poco conosciuti. E poi anche quella dei reali olandesi.

Per 123 anni, fino al 2013, l’Olanda è stata diretta da una discendenza tutta al femminile prima che la corona passasse all’attuale re, Willem-Alexander, e alla consorte, l’argentina Maxima, amatissima dai sudditi per la sua spontaneità. Le donne, del resto, sono sempre state le protagoniste di Amsterdam.

Una leggenda racconta che, non lontano dalla stazione, c’era la Schreierstoren, la ” torre delle lacrime”, dove le mogli davano l’addio ai mariti marinai. Erano lacrime di gioia: senza i mariti le “amsterdammer” potevano godere di libertà speciali. Ti aspettiamo dal 7 al 10 luglio per scoprirla insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.